Coq Baroque
chiedi tutto
Archive
scrivi a han.roberto@googlemail.com
Recensione di un film a pezzi

Come funziona: faccio partire il film in streaming, mi rendo conto che è una schifezza, ma voglio comunque vedere come va a finire, quindi salto i pezzi.

7500 – 2014 
Minuti: 97 – Visti da me: una ventina scarsa che nessuno mi restituirà.


Il volo 7500 tra Los Angeles e Tokyo mostra da subito un particolare inquietante che sfugge agli occhi del pubblico, dei produttori e pure del regista: non ci sono giapponesi. Ma manco uno per sbaglio. Ci sono giapponesi in fila da Luini per i panzerotti alle 8 del mattino, ci sono giapponesi in Piazza di Spagna a fare selfie con i piccioni la notte di Natale, ci sono giapponesi persi da mesi nelle sale degli Uffizi, ma su un volo Los Angeles – Tokyo, no, non ce n’è uno. Già lì ti rendi conto che è una cazzata e salti i pezzi. E fai bene, perché tutto quello che ti aspetta sono: gente che sta male, gente che muore, turbolenze, maschere dell’ossigeno, gente che sparisce, poi la si ritrova morta, poi riappare, poi rimuore e il tutto senza un filo di trama, giocando sul fatto che qualsiasi cosa succeda in aereo ti fa cagare sotto di suo. In genere la gente urla di terrore quando gli arriva la pasta scotta tutta appiccicata del pranzo, figurati se uno si alza e comincia a vomitare sangue su tutta la fila centrale della Economy class.
Spoiler – Avete presente The Others? Ecco, sono già tutti morti ma non lo sapevano.

"Però sappiate che quando vi descrivete come “dolcemente complicate” io penso ai nodi del Bondage."
Recensione di un film a pezzi

Come funziona: faccio partire il film in streaming. Mi rendo conto nel primo quarto d’ora che è una schifezza, ma voglio comunque vedere come va a finire, quindi salto i pezzi.

The Rover – 2014 

Minuti: 103 – Visti da me: forse 30

In un deserto australiano post apocalittico, tre banditi senza scrupoli rubano la macchina ad un uomo con ancora meno scrupoli di loro. Comincia allora un lungo inseguimento di cui non se ne capisce il motivo. Perché quest’uomo si vuole riprendere a tutti i costi la sua macchina, visto che i 3 cretini gli lasciano la loro pensando che fosse rotta e invece funziona benissimo e difatti dura per tutto il film? Lo scopriremo solo alla fine. In questa assurda corsa costellata di omicidi tanto cruenti quanto inutili, il uomo si fa aiutare da Robert Pattinson, fratello di uno dei criminali che lo lasciano indietro pensandolo morto. Ammetto che Pattinson recita in maniera molto credibile il suo ruolo, cosa non difficile dal momento che interpreta un deficiente ritardato dallo sguardo vacuo. 
Spoiler – Nella macchina aveva il suo cane morto e voleva seppellirlo.

L'illegalista e la mestizia
- Se potessi chiedere un superpotere, quale sceglieresti?
- Io... l'invisibilità! Entrerei nelle banche, ruberei i soldi, terrei per me il giusto e redistribuirei il resto. Poveri, bisognosi, gente che non arriva a fine mese, pure qualche ong. Una specie di Robin Hood, anche se preferirei Jules Bonnot, l'anarchico francese che ha ispirato i romanzi di Arsenio Lupin. E tu?
- Io il teletrasporto! Potrei svegliarmi alle 9 meno dieci e "zaaaap!" arrivare in ufficio alle 9!
- ...
- ...
- Fammi capire, hai un superpotere della madonna e lo usi per dormire di più e arrivare puntuale a lavoro...?
- ...
- ...
- Hai ragione, è triste...
"La verità è che Latorre ha letto il post sgrammaticato della figlia ed è tornato per menarla."
"La prigionia di Latorre è stata talmente dura che la prima cosa che farà appena atterrato sarà scrivere una cattiva recensione su Tripadvisor."
laprivatarepubblica:

Sarebbe assolutamente demenziale mettere insieme Ferguson, l’orsa Daniza, Mike Brown e il FEMMINICIDIO, no? Be’, non secondo la turbofemminista Lorella Zanardo, che possiamo qui ammirare nell’ennesimo episodio della serie “Opinionismo: Lo Stai Facendo Bene”.

Ma soprattutto l’hashtag DANZICA non si usava dai tempi dell’invasione della Polonia, a parte il breve periodo di Solidarnosc.

laprivatarepubblica:

Sarebbe assolutamente demenziale mettere insieme Ferguson, l’orsa Daniza, Mike Brown e il FEMMINICIDIO, no? Be’, non secondo la turbofemminista Lorella Zanardo, che possiamo qui ammirare nell’ennesimo episodio della serie “Opinionismo: Lo Stai Facendo Bene”.

Ma soprattutto l’hashtag DANZICA non si usava dai tempi dell’invasione della Polonia, a parte il breve periodo di Solidarnosc.